I crocifissi di Stefan Strumbel

La casa tra tradizione popolare e pop art

Stefan Strumbel ha presentato presso la Circleculture Gallery la sua mostra, “Home Sweet Home”. Con la sua arte, Strumbel utilizza motivi tradizionali che sono associati alla sua origine. Su un livello astratto, l’artista occupa dei paradigmi della “casa” e contemporaneamente mette in discussione il suo concetto.

La mostra comprende oggetti di arte popolare che fanno riferimento alle nozioni cliché di una casa, il folklore e la pietà popolare: il tradizionale orologio a cucù, maschere in legno del carnevale alemanno o crocifissi tipici utilizzati principalmente nelle famiglie cattoliche.

Stefan Strumble, Krucifix
Stefan Strumbel, Kruzifix

Strumbel esagera questi oggetti di culto e cultura popolare con elementi di arte urbana e pop art. In questo modo, mette questi oggetti in un nuovo contesto in parte provocatorio. Elementi significativi dell’orologio a cucù, come ornamenti tradizionalmente intagliati, vengono sostituiti da motivi aggressivi che si distinguono per la violenza, la pornografia e la morte.

Stefan Strumbel, Kruzifix
Stefan Strumbel, Kruzifix

A prima vista, questi oggetti non appaiono inquietanti. Le sculture in legno sono intagliate con maestria e con la loro superficie luminosa e colorata, appaiono con i colori e l’effetto lucido tipici della pop art. Strumbel crea sia un’estetica artificiale che artistica tramite l’uso di esagerazioni estreme per quanto riguarda forma e contenuto. I suoi oggetti contemporaneamente provocano e attirano il pubblico con la decadenza e la violazione dei tabù.

Stefan Strumbel, Kruzifix
Stefan Strumbel, Kruzifix

 Con la sua arte, Strumbel avvia un cambiamento di valori sociali: gli ideali tradizionali, le nozioni cliché di una casa e la realtà del singolo vengono sciolti e trasformati in un’estetica che diventa un’allegoria degli status symbol sociali. L’artista smaschera i meccanismi di una società che è spinta al del consumismo per aver ceduto al fascino dei media. Con i suoi oggetti, Strumbel crea un mondo di illusione che riflette reali malattie della società.

Stefan Strumbel, Kruzifix
Stefan Strumbel, Kruzifix

La costruzione di “casa” diventa una metafora delle domande esistenziali: Come faccio a definire casa? Come percepisco il mio Io interiore ed esteriore? Come faccio a definire me stesso?

Stefan Strumbel, Kruzifix
Stefan Strumbel, Kruzifix

Da: Dezeen

Fotografie di Oliver Rath e Sarah Davies.

Comments

comments