Robert Gober, Madonna e Crocifisso

L’acqua per dare una godibilità visiva e uditiva dell’opera

L’artista Robert Gober ha esposto la sua installazione Untitled 1995-1997 (“Senza titolo 1995-1997”).

 Robert Gober, Senza titolo, 1995 - 1997, Tecnica mista, Emanuel Hoffmann Foundation, Basilea © Robert Gober
Robert Gober, Senza titolo, 1995 – 1997, Tecnica mista, Emanuel Hoffmann Foundation, Basilea © Robert Gober

Il contenuto e l’installazione tecnicamente complessa è modellata da oggetti disposti trasversalmente. Nel centro della sala si innalza la scultura della Vergine Maria con le braccia tese. Un tubo di drenaggio monumentale le trafigge l’addome. Attraversando con lo sguardo l’apertura del tubo si vede la scala che porta verso l’alto, da cui incessantemente scorre verso il basso l’acqua, si diffonde sul pavimento e scorre attraverso un tombino di scolo. Il suono dell’acqua – l’elemento più sorprendente di Untitled può essere udito da lontano. La Madonna è posizionata sopra la griglia di una fogna, di grandi dimensioni in bronzo. Attraverso un pozzo è possibile vedere la pozza sottostante, con un paesaggio marino naturalistico con alghe, conchiglie, stelle marine e granchi, così come le grandi monete degli Stati Uniti. Su entrambi i lati della Madonna sono poste due valige di cuoio aperte. 

 Robert Gober, Senza titolo, 1995 - 1997, (dettaglio della Madonna)
Robert Gober, Senza titolo, 1995 – 1997, (dettaglio della Madonna)
Robert Gober, Senza titolo, 1995 - 1997, (dettaglio del tombino sotto la Madonna)
Robert Gober, Senza titolo, 1995 – 1997, (dettaglio del tombino sotto la Madonna)

Nelle sculture dell’artista, l’importanza dell’acqua come forza vitale e l’elemento onnipresente, e la struttura di base a forma di croce è progettata per dare all’opera un carattere sacro versatile, visivo e uditivo. Il simbolismo cristiano e il tema della fede sono indicati in maniera irritante. Tuttavia, la ricerca porta i visitatori nel vuoto, come la ricerca su per le scale, verso l’ignoto, di una fonte d’acqua. Originariamente Untitled di Robert Gober è concepita come un’installazione per una mostra temporanea ed è stata creata a Los Angeles. Dopo lo smontaggio del lavoro nel 1999 è entrato nella collezione della Fondazione Emanuel Hoffmann.

Installation views of Untitled (2003-2005) in Robert Gober: The Heart is Not a Metaphor. All works by Robert Gober. © 2014 Robert Gober
Untitled (2003-2005), Robert Gober, presso la mostra “Robert Gober: The Heart is Not a Metaphor.” 

L’opera esposta invece nella mostra presso il MOMA di New York, Robert Gober – “Il cuore non è una metafora” è Untitled 2003-2005. L’installazione monumentale esprime tramite la disposizione di vari oggetti, il suo sovvertimento minimalista della messa cristiana. Riducendo il quadro generale chiesa ad una serie di oggetti di consumo, significanti dell’appropriamento di convenzioni stereotipate, l’artista concentra l’attenzione della stanza con un crocifisso senza testa, versando acqua dai suoi capezzoli in un buco cesellato nel pavimento.

Untitled (2003-2005), Robert Gober (dettaglio)
Untitled (2003-2005), Robert Gober (dettaglio)
Untitled (2003-2005), Robert Gober (dettaglio)
Untitled (2003-2005), Robert Gober (dettaglio)

Riferimenti:

Artobserved

MOMA

Gregoryhaymanartist

Comments

comments